Hai un’arma per contrastare la richiesta delle cosiddette “PARTITE PREGRESSE”, infatti la Corte di Cassazione con sentenza n. 17959/2021 ne ha dichiarato l’illegittimità.

La sentenza fa chiarezza sul fatto che il provvedimento amministrativo, nella fattispecie emesso da ARERA, essendo in contrasto con la legge, non permette richieste di conguagli retroattivi.

Facendo click sul pulsante che trovate alla fine dell’articolo, potete scaricare gratuitamente il modello di messa in mora e le istruzioni per richiedere l’annullamento delle “PARTITE PREGRESSE” che vi sono state addebitate.

AIACE è al fianco dei consumatori contro le pretese illegali dei fornitori di servizi pubblici.

Scarica il modello